UN CONSENSO PER UNO E UNO PER TUTTI. UNA CORRETTA APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DI IRRESPONSABILIZZAZIONE.

di Giacomo Conti   Il consenso è solo una fra le basi giuridiche che il GDPR prevede come condizione di liceità del trattamento. Esso non è, tuttavia, né la principale né, tantomeno, è indispensabile per legittimare ogni trattamento operato dall’organizzazione aziendale. Se è vero che il vecchio Codice della privacy dava al consenso una particolare […]

INSIDER HACKER, RISORSE UMANE E ASSETTI ORGANIZZATIVI. I PERICOLI PER LA SICUREZZA POSTI DAI DIPENDENTI.

di Nadia Zabbeo   L’art. 32 del GDPR impone al titolare di mettere in atto misure tecniche e organizzative adeguate a garantire un livello di sicurezza adeguato al rischio, che riguardano non solo gli asset tecnologici, ma anche le risorse umane. Le misure organizzative non devono, quindi, limitarsi alla semplice modifica dell’organigramma con l’inserimento delle […]

Il caso Faceapp. Molto rumore per nulla?

Oggi Bill ha installato una nuova app sul suo smartphone: dicono possa prendere il suo volto e renderlo più vecchio, una sorta di predizione del futuro. La installa senza indugio e si diletta con essa per giorni; usa le sue foto da bambino, quelle di lui alle medie e, perché no, anche quelle odierne; vuole […]